come una bambina.

La CorniceQuando ero una ragazzina mi piacevano le cose da ragazzine, ridevo in quel modo innocente e vivevo la mia vita con quei momenti che mi sembravano infiniti. Contavo gli anni, i mesi, i giorni per quando sarei diventata grande. 18 anni. Per me erano gli anni simbolo del cambiamento. Quando invece i cambiamenti scoprii che accadevano durante. E non alla mezzanotte come Cenerentola.

Quando ero ragazzina sognavo sfogliando le riviste stupide che si comprano a quell’età e mi attraevano le immagini. Tutte le immagini, e poi le dovevo riprodurre a matita alla fine dei quaderni di scuola. 

Cercavo dettagli, nitidezze, ombre. Oggi, da giovane donna e non più ragazzina mi rendo conto di quanto fossi stupida a non averlo capito subito che quella ricerca di forme era la fame che avevano i miei occhi. Sono nata fotografa e viaggiatrice insieme.

Viaggiavo con la testa, con i piedi, con il cuore. La mia laurea mi ha aiutata tantissimo a saper ascoltare la mia fantasia. Ancora oggi scopro nuove forme, nuovi paesaggi.

Mi piace allenare i miei sensi. Tutti. Soprattutto il sesto senso femminile che tanti sopravalutano. Per tanto tempo la musica ha fatto parte della mia vita. Oggi sono io che faccio parte della mia vita. Ed è questo il mio nuovo viaggio. La scoperta della mia psiche. Accettare la mia fantasia, e lasciarmi andare.

 

Annunci